Caso Denise Pipitone, la rivelazione shock a Ore 14: “non rendono pubbliche le intercettazioni, coinvolti magistrati e politici”

caso-denise-pipitone,-la-rivelazione-shock-a-ore-14:-“non-rendono-pubbliche-le-intercettazioni,-coinvolti-magistrati-e-politici”

Indiscrezione shock sul caso Denise Pipitone rivelata a Ore 14: la ‘chiave’ del caso sarebbe nelle intercettazioni, ma c’è chi ne ostacola la pubblicazione

Sono passati 17 lunghi anni dal quel fatidico 1° settembre 2004, data della scomparsa di Denise Pipitone da Mazara del Vallo. Sono stati 17 anni di indagini, piste più o meno attendibili, segnalazioni capaci di accendere nuove speranze e di soffiare sulla fiammella della speranza una volta rivelatesi inattendibili. Per tutto questo tempo, mamma Piera Maggio non ha mai spesso di cercare sua figlia, di battersi per scoprire la verità dietro quello che, secondo lei, è sempre stato un rapimento premeditato. Una verità che potrebbe essere rivelata attraverso le tante intercettazioni presenti nel caso.

Durante la trasmissione Ore 14, condotta da Milo Infante su Rai 2, il direttore di “Affari Italiani”, Angelo Maria Perrino, è intervenuto in merito al caso Denise Pipitone spiegando che qualcuno sembrerebbe tenere all’oscuro importanti intercettazioni: “secondo una nostra fonte romana, la chiave di questo giallo sta nelle intercettazioni, che però non si vogliono rendere pubbliche perché sarebbero compromettenti per alcuni personaggi noti, magistrati e politici”.