Codice della strada: novità 2022

codice-della-strada:-novita-2022

codice della strada

Con l’arrivo del nuovo anno sono diverse le novità che riguardano il tema del codice della strada pubblicate dalla Gazzetta Ufficiale.

Tra queste l’aumento del costo delle multe, nuove norme di trasporto, circolazione stradale e sanzioni per chi non rispetta l’ambiente.

Con la legge 9 Novembre 2021 numero 156 di conversione del decreto-legge infrastrutture, sono circa 40 gli articoli modificati dal senato pubblicati dalla Gazzetta Ufficiale.

Di seguito vi saranno elencate le novità più importanti, utili a evitare errori banali, che potrebbero letteralmente costarvi caro.

Sanzioni per chi guida con dispositivi elettronici

Al divieto dell’utilizzo di smartphone alla guida, si aggiunge quello di altri dispositivi come PC portatiti, tablet, notebook e tutti quegli strumenti che distraggono l’attenzione alla guida da parte del conducente.

Le sanzioni a sfavore di chi non rispetta tali norme possono avere un costo che parte da un minimo di 165 euro fino a un massimo di 650 euro.

Inoltre se la stessa persona, nel corso del biennio, ha violato per due volte questa direttiva, rischia in aggiunta la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Maggior sicurezza per i pedoni

Anche sulla sicurezza dei pedoni ci sono novità volte a salvaguardare maggiormente le vite sulle nostre strade.

Chi si trova alla guida è obbligato a fermarsi o rallentare considerevolmente in prossimità di pedoni, dando loro la precedenza, quando è in corso l’attraversamento o sono prossimi a compiere tale atto.

Sanzioni maggiorate per chi getta rifiuti dal mezzo

Per tutti coloro che hanno comportamenti incivili, quali gettare rifiuti dal proprio mezzo, si troverà a dover pagare una multa con una cifra che risulta il doppio rispetto a quella dello scorso anno. Si parte da un minimo di 216 euro fino a un massimo di 866 euro.

Aggiornamenti per il foglio rosa

Un altra delle novità più rilevanti, per chi sta conseguendo la patente di guida, è l’aumento raddoppiato della validità del foglio rosa, che passa da 6 mesi a 1 anno, come probabile conseguenza dal momento che la pandemia ha rallentato tutte le procedure.

In aggiunta vi è anche l’aumento delle prove pratiche di guida che passano da due a tre.

Mentre a livello di sanzioni per chi dovesse esercitarsi senza un istruttore qualificato, può dover pagare una multa che va dai 430 euro fino a un massimo di 1735 euro.

Parcheggi per persone disabili e donne incinte

Con l’inizio del 2022, i veicoli destinati al trasporto di persone disabili hanno ora il consenso di poter parcheggiare, gratuitamente, anche sui parcheggi a pagamento (strisce blu) qualora i posti riservati esclusivamente a loro dovessero essere occupati.

Anche in questo caso, raddoppiano le multe per tutti coloro che dovessero occupare il posto riservato ai disabili senza permesso, partendo da multe che vanno da 168 euro fino a 672 euro.

I parcheggi a linee rosa, sono destinati a donne incinte o genitori di figli con un massimo di 2 anni di età e il contrassegno che lo verifica.

Sosta per auto elettriche

Tutti i parcheggi con le colonnine di ricarica, possono essere occupati solamente da auto elettriche che hanno necessità di caricare l’ accumulatore.

Il tempo massimo per la sosta è obbligatoriamente di 1 ora, salvo nella fascia oraria che va dalle 23 di sera fino alle 7 del mattino.

Passeggero privo di casco

Nel caso in cui il passeggero non dovesse avere il casco, sarà il conducente a pagarne le conseguenze con la multa, anche se il passeggero non dovesse essere minorenne.

Novità per chi utilizza il monopattino elettrico

Anche il monopattino elettrico, mezzo sostenibile tra i più utilizzati, ha subito regole più stringenti negli ultimi anni per quanto riguarda il codice della strada.

Tra le principali c’è l’obbligato d’uso delle frecce di direzione e l’assicurazione per quelli a noleggio. Il limite di velocità passa da 25km/h a 20km/h, mentre nelle aree pedonali il limite resta di 6km/h ed è vietato circolare sui marciapiedi se non con accompagnamento a mano.

Il casco, al momento, resta esente dall’obbligo di essere utilizzato per chi ha già compiuto i 18 anni, tranne per coloro che hanno un’età che parte dai 14 (minima per l’utilizzo) ai 17, ma da Giugno 2022 è stato deciso che diventerà obbligatorio per tutti.

Per altre informazioni riguardo le norme sul monopattino elettrico leggi il nostro articolo Monopattino elettrico: le nuove regole.

Simone Zanzottera

Adoro lo sport, viaggiare e il Marketing Digitale. Nel tempo libero mi piace allenarmi in palestra, disegnare, guardare anime/film o leggere libri di crescita personale. Sono legato molto anche alla natura e agli animali.