iMessage e Google Messaggi: una comunicazione migliore

imessage-e-google-messaggi:-una-comunicazione-migliore

iMessage e Google Messaggi

iMessage e Google Messaggi si preparano a comunicare sempre meglio. Apple e Google rafforzano la partnership migliorandone l’interazione. Infatti sono in arrivo delle novità che andranno a toccare i due servizi di messaggistica così da migliorarne l’esperienza.

iMessage e Google Messaggi: cosa cambia

Se prima c’era la possibilità che le due aziende potessero intraprendere una strada comune, adesso ne abbiamo la conferma. Apple e Google hanno l’obiettivo comune di connettersi sempre più facilmente. Infatti Google Messaggi, il servizio di messaggistica di cui dispongono i dispositivi Android, e iMessage, di Apple, saranno in grado di interagire sempre meglio.

La conferma l’abbiamo dal fatto che se un utente in possesso di un iPhone lascerà una reaction a un messaggio, a chi ha un device Android non riceverà più solamente un messaggio descrittivo, ma un’icona vera e propria, come succede tra gli iPhone. 

In questo modo si progredisce sempre di più verso una connessione maggiormente reale e completa tra i due servizi.

Nel caso possedessi un iPhone, potrebbe sempre tornarti utile il nostro articolo su come migliorarne la privacy.

La traduzione da un sistema all’altro

È giusto specificare però che non tutte le emoji presenti su iPhone saranno in grado di essere tradotte sui dispositivi Android. Ad esempio, il cuore rosso che visualizzate su iPhone, vedrà la propria traduzione nella faccina con gli occhi a cuoricino su Android. Niente paura però, non è escluso che a breve possano arrivare nuove migliorie. Comunque sia, ci sarà già una buona parte di emoji presente su iMessage che sarà possibile visualizzare su Google Messaggi.

Inoltre, c’è una novità visibile una volta che si terrà premuto sull’icona ricevuta. L’utente Android toccando sull’emoji visualizzerà un messaggio che indica che il contenuto è stato tradotto da iPhone.

Non è da escludere che si presenteranno dei bug o errori di sistema. Ciò che è sicuro però è che verranno risolti in breve tempo.

C’è da dire però che WhatsApp e Telegram possono dormire ancora sonni tranquilli. iMessage e Google Messaggi sono ancora distanti in quanto a popolarità. La volontà di Apple e Google però è quella rendere sempre più popolari i propri servizi di messaggistica. 

A proposito di questo, può sembrare strano e poco sensato che si cerchi di far interagire due app che non sono tra le più popolari. È solo questione di abitudine, perché in altri paesi è una pratica più diffusa.

A oggi l’opzione non è ancora disponibile. Nel frattempo è possibile comunicare con i propri contatti testando le attuali funzionalità dei due servizi.

Paolo Carnevali

Amante di auto, animali e montagna, provo una forte passione per tutto ciò che riguarda il calcio.