Opposizioni all’attacco di Orlando sul caso Rotoli, chiesto Consiglio Comunale d’urgenza

opposizioni-all’attacco-di-orlando-sul-caso-rotoli,-chiesto-consiglio-comunale-d’urgenza

VENTI I FIRMATARI. ALL’INIZIATIVA NON PARTECIPANO FORZA ITALIA ED UDC

“Ai Rotoli non è cambiato nulla, il sindaco venga in Aula”. Questo, in sintesi, è il messaggio espresso da venti consiglieri comunali d’opposizione, che hanno chiesto la presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando in Consiglio Comunale.

Ciò per discutere dell’ormai nota emergenza cimiteriale al camposanto di Santa Maria dei Rotoli. Secondo gli ultimi numeri noti, sarebbero più di ottocento le bare in attesa di una degna sepoltura. Non sono bastati quindi i trasferimenti presso la struttura di Sant’Orsola a calmierare le opposizioni, che chiedono informazioni dettagliate su quanto fatto rispetto al cronoprogramma presentato in aula proprio dal primo cittadino.

La richiesta dei consiglieri comunali

Il documento è stato sottoscritto congiuntamente dagli esponenti dei gruppi “Oso”; +Europa-Azione; Diventerà Bellissima; Fratelli d’Italia; Italia Viva; Sicilia Futura e Lega. Venti firme in tutto, fra le quali non sono presenti quelle dei consiglieri di Forza Italia e UdC. Un’assenza che non passa di certo inosservata, soprattutto a pochi giorni dalla deadline per la mozione di sfiducia al primo cittadino.

Nella lettera, indirizzata al presidente del Consiglio Comunale Totò Orlando, i rappresentanti di Sala delle Lapidi scrivono quanto segue. “Considerato che lo stato di abbandono a cui sono ridotti i morti palermitani in attesa infinita di degna sepoltura rappresenta una vergogna assoluta, inaccettabile più di ogni altro disastro tra i numerosissimi che la città oggi vive. Preso atto che nessuno degli impegni presi dall’amministrazione attiva e dal Sindaco in persona, anche in aula consiliare, è stato mantenuto. E non si è registrata alcuna soluzione o anche solo alleviamento della gravissima condizione di indecente abbandono”.

Il caos ai Rotoli. “Sindaco venga in Aula”

“E considerato – continuano – che il Consiglio Comunale non può, nel pieno rispetto del ruolo rappresentativo dei cittadini e nella responsabilità che questo comporta, permettersi ulteriore esitazione nel portare nuovamente all’attenzione l’indecenza della situazione e nel pretendere, con fermezza, soluzioni immediate, i consiglieri comunali chiedono con irremovibilità alla presidenza di convocare urgentemente una seduta di Consiglio Comunale, alla presenza anche del signor sindaco, per trattare, con l’attenzione che merita, la vergognosa situazione dei morti palermitani incivilmente abbandonati in attesa infinita di degna sepoltura al cimitero comunale di Santa Maria dei Rotoli”.

Una richiesta ben precisa da parte delle opposizioni. Presa di posizione che rappresenta un messaggio anche per la maggioranza politica di Sala delle Lapidi. Un atto di forza che potrebbe rappresentare anche l’incipit per azioni più incisive sotto il fronte politico. Si attende adesso la risposta del presidente Totò Orlando.ù

Argiroffi (OSO): “Sindaco fa promesse disattese da anni”

A commentare l’iniziativa ai nostri microfoni è la consigliera comunale di “Oso” Giulia Argiroffi. “Dalla prossima settimana il consiglio sarà impegnato a studiare le carte per evitare che si arrivi ad un dissesto sempre più vicino. Ci sono delibere molto delicate in discussione, indecenti perché colpiscono le fasce più deboli. Quelle che una comunità civile dovrebbe solo tutelare. Ma è proprio volendo rimanere civili che, nel rispetto dei cittadini che il consiglio rappresenta, riteniamo doveroso che l’aula torni ad accendere i riflettori sullo stato incivile di abbandono di tanti, troppi palermitani morti e rimasti senza sepoltura”.

“Fra gli infiniti disastri e fallimenti dell’amministrazione Orlando – sottolinea Giulia Argiroffi – infatti questa rimane la vergogna massima. Situazione che trascina tutta la nostra comunità nella inciviltà. Il sindaco fa promesse che disattende da anni. Da quando ci ha messo la faccia e la situazione è ancora peggiorata. la città e il consiglio non possono rimanere in silenzio”.

Gelarda (Lega): “A che punto è il progetto del nuovo cimitero?”

Sulla stessa linea anche il capogruppo della Lega Igor Gelarda. L’esponente del Carroccio chiede chiarimenti urgenti sullo stato del progetto sul nuovo cimitero. “Non possiamo più rimandare la discussione sulla vicenda del cimitero dei Rotoli. Adesso il Comune ci porti le carte sulla nuova struttura da realizzare a Ciaculli oppure in altra destinazione individuata dagli uffici. Aree dove poter finalmente seppellire degnamente i nostri morti”.

Russo (Fratelli d’Italia): “Orlando tolga le tende e se ne vada”

Polemico anche l’esponente di Fratelli d’Italia Girolamo Russo. Il presidente della II Commissione vuole vederci chiaro sullo stato del cronoprogramma, anche alla luce dell’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche. “Aspettiamo il sindaco a braccia aperte. Così ci può venire a dire cosa dobbiamo ancora fare affinchè lui si dimetta. Abbiamo approvato il piano triennale delle opere pubbliche, così come richiesto a più riprese. Quante tumulazioni sono state fatte grazie a ciò? Non c’è niente a tal proposito in quell’atto. A questo punto bisogna dire basta. Orlando tolga le tende e se ne vada”.