Pensionati tra aumento delle entrate mensili e agevolazioni: quali sono le più importanti

pensionati-tra-aumento-delle-entrate-mensili-e-agevolazioni:-quali-sono-le-piu-importanti

In questo articolo vediamo quali sono le migliori agevolazioni per i pensionati nel 2022

Pensionati tra aumento delle entrate mensili e agevolazioni: quali sono le più importanti

Il 2022 porta una serie di piacevoli agevolazioni per tutti gli over 65, che potranno godere di alcune novità al riguardo. In questo articolo parleremo di decurtazione Irpef e buoni INPS e di tutte le agevolazioni che un over 65 dovrebbe conoscere per sfruttare al meglio i benefici di cui può usufruire. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come utilizzarle al meglio. Buona lettura!

Decurtazione Irpef: aumentano le entrate mensili

La prima buona notizia per i pensionati è che gli assegni pensionistici subiscono nel 2022 una rivalutazione positiva, grazie alle manovre per contrastare l’inflazione e al taglio sull’Irpef.

Per prima cosa, le pensioni cresceranno dell’1,7% grazie alla rivalutazione del costo della vita causa inflazione. Anche il taglio dell’Irpef sta dando manforte alla crescita delle cifre pensionistiche: ben il 36% delle risorse destinate al taglio delle tasse sarà devoluto alla pensione.

L’aumento medio risulterà di 178 euro, ma le stime hanno reso noto che a beneficiare saranno sopra le pensioni già medio-alte, poiché verrà fatta una distribuzione in base al reddito annuo. Per chi possiede almeno 18mila euro annui, infatti, il valore dell’aumento sarà di 200 euro, seguito da una discesa per i salari medi e una ripida risalita per chi incassa fino a 40mila euro l’anno (tra i 500 e i 700 euro in più). In tutto questo, ci sono spesso delle ulteriori agevolazioni che non vengono abbastanza considerate: vediamo insieme di cosa si tratta.

2022: le agevolazioni per i pensionati che non conoscete

Ci sono delle ulteriori agevolazioni che spesso non vengono sottolineate dai media. Ad esempio, se sei un pensionato INPS o INPDAP, grazie alle numerose convenzioni sui prestiti agevolati, potrai richiedere agli enti di credito un prestito a tasso agevolato, rimborsabile con delle trattenute sul cedolino pensionistico. Il vantaggio è quello di usufruire di un tasso favorevole rispetto alla media, con rate molto leggere, mai superiori al 20% della pensione. Inoltre, il prestito sarà assicurato e richiedibile senza garanzie aggiuntive, per cui anche i tuoi familiari risulteranno protetti. Difatti, come si legge in questa guida che approfondisce il funzionamento del prestito per pensionati, quest’ultimo si distingue per la presenza di garanzie e coperture speciali, che renderanno più semplice tutta l’operazione e, di conseguenza, l’erogazione del denaro.

Ma le agevolazioni per i pensionati non terminano qui: esistono anche dei bonus bollette: per chi ha un ISEE molto basso (inferiore agli 8mila euro) le bollette verranno immediatamente scontate direttamente al loro arrivo. Un altro importante bonus pensionistico è l’agevolazione TARI: la riduzione della tassa potrà essere richiesta al comune di residenza tramite l’aiuto del tuo Caf di fiducia. Infine, c’è il simpatico bonus che permette di accedere a uno sconto per gli over 65 che vogliono partecipare a spettacoli teatrali o cinema: si tratta di un provvedimento da sempre esistente che varia a seconda del punto vendita e della città.