Scanzi ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Il M5S è danneggiato dal rapporto conflittuale tra Grilllo e Conte”. Vespa: “Comanda Di Maio”

scanzi-ad-accordi&disaccordi-(nove):-“il-m5s-e-danneggiato-dal-rapporto-conflittuale-tra-grilllo-e-conte”.-vespa:-“comanda-di-maio”

“Nel Movimento 5 stelle il primo problema è il rapporto totalmente ingestibile, conflittuale, tra Grillo e Conte“. Così Andrea Scanzi, conduttore del talk politico ‘Accordi&Disaccordi’, insieme a Luca Sommi, con la partecipazione di Marco Travaglio, in onda su Nove tutti i mercoledì alle 21.25 ha commentato lo scambio di battute avvenuto al convegno sulla transizione ecologica del 23 novembre, durante il quale il fondatore, intervenendo con un videomessaggio, ha voluto punzecchiare il neo presidente per la sua mezza marcia indietro sulla “scelta non irreversibile” del Movimento di non partecipare più alle trasmissioni della tv pubblica dopo le ultime nomine dei direttori Rai che hanno lasciato fuori per l’appunto il M5S stesso, pur essendo il partito di maggioranza relativa. “Ingeneroso, Grillo è ingeneroso”, ha commentato Bruno Vespa, ospite della puntata insieme alla deputata M5S Lucia Azzolina e al virologo Fabrizio Pregliasco. “Grillo dovrebbe ricordare che se Conte avesse, come avrebbe dovuto, farsi il partito suo, sia a gennaio, che a giugno, quando hanno litigato in maniera violenta, Conte avrebbe distrutto il Movimento 5 Stelle. Non l’ha fatto”, ha proseguito il conduttore di Porta a Porta, in libreria con “Perché Mussolini rovinò l’Italia (e perché Draghi la sta risanando)” edito da Mondadori. “Con Di Maio è buon viso a cattivo gioco?”, ha chiesto Sommi. “Di Maio è un grandissimo democristiano, è proprio una creatura che viene fuori dalla parte migliore, posso dire, della Prima Repubblica e quindi non lo frega a nessuno. E quindi tra i due (Conte e Di Maio, ndr), secondo me comanda Di Maio”, ha risposto Vespa. “Io credo che ci siano due problemi grossi nel Movimento 5 Stelle di adesso – ha spiegato Scanzi – il primo è il rapporto totalmente ingestibile, conflittuale, tra Grillo e Conte. A me non ha fatto particolarmente ridere la battuta di Grillo. Per carità, Grillo è un grande battutista, però non ha senso, perché queste sono battute che hanno sempre il retrogusto di: ‘io l’avevo detto che non eri capace’, lo delegittimi, non va bene. E l’altro aspetto, secondo me, riguarda questa domanda: oggi il Movimento 5 Stelle chi è e che cos’è? Perché uno oggi dovrebbe votare Movimento 5 Stelle?”, ha chiesto il giornalista rivolgendosi all’ex ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina. “Noi nel 2018 avevamo un’agenda politica fitta di cose che volevamo realizzare e con molta onestà posso dire che alcune le abbiamo realizzate e altre non siamo riusciti a realizzarle, perché comunque la maggioranza assoluta non ce l’avevamo, avevamo bisogno dei voti altrui quindi con i voti paradossalmente della Lega siamo riusciti a realizzare il Reddito di Cittadinanza – ha risposto la Azzolina – oggi è tutto da costruire. Noi stiamo attraversando, lo possiamo dire penso con molta serenità, un momento difficile perché il Movimento 5 Stelle si sta finalmente dotando di una struttura che non ha mai avuto e va ridisegnata l’agenda politica“.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile in live streaming e successivamente on demand sul nuovo servizio streaming discovery+ nonché su sito, app e smart tv di TvLoft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Il Super green pass? Non servirà. E’ una misura che può funzionare solo se mancano i controlli”

next